Managerial Training

Managerial Training

 

 

 

 

 

 

 

Feedback conversation

Le conversazioni di feedback sono spesso un momento critico nella vita delle organizzazioni; migliorare il momento della condivisione del feedback è un punto di sfida per ogni dipendente.
Un feedback ben dato apre molte strade ma al contempo un feedback dato male può avere effetti diametralmente opposti.
Ogni organizzazione di successo ha bisogno di avere un sistema di comunicazione dove ci sia spazio per feedback strutturati ed efficaci: feedback che sappiano riconoscere e dare risalto all’ eccellenza, che costruiscano sui potenziali, e che sia in grado di segnalare e supportare le carenze e gli errori.

Un feedback strutturato apre la strada a:
• Aumento della motivazione in chi lo ricevere
• Puo’ aiutare a colmare i gap fra il risultato desiderato e quello ottenuto
• Consolida un successo
• Influenza e aiuta un cambiamento
• Sviluppa la crescita
• Aiuta a preservare una relazione

Questo workshop ha l’obiettivo di far apprendere le regole base e gli elementi fondamentali per saper ricevere un feedback ed allenarsi al contempo a darlo.

Partecipando al workshop i manager apprenderanno:
1. L’elemento segreto che moltiplica il potere del feedback positivo
2. L’approccio unico che rende il feedback correttivio più facilmente “digeribile”
3. Come strutturare una conversazione di feedback per ridurre le resistenze e massimizzare la presa di responsabilità e l’accettazione
4. Come usare il feedback per entrare in una conversazione di coaching
5. Come affrontare reazioni difensive
6. Come ricevere feedback ostici

Destinatari del workshop possono essere:
1. Leader di vario livello (dall’executive alla prima linea) e in varie aree dell’industria
2. Professionisti formatori e facilitatori, e HR people
3. Team e project leader
4. Chiunque lavori con le persone e voglia migliorare le proprie capacità di offrire feedback costruttivi ed efficaci

Impact SpeakingTM 

Ogni espressione verbale (modo di parlare, tono di voce, proprietà di linguaggio, struttura del discorso, sicurezza  e abilità oratoria) comunica informazioni su di noi.

Il più capace e dotato dei professionisti non sarà in grado di raggiungere risultati eccellenti se non riesce a coinvolgere e a convincere.
E’ per questo che è importante imparare a comunicare l’ESSENZA di ciò che vogliamo dire, in maniera chiara ed efficace, con gli scritti, le parole e l’uso del corpo.

Obiettivo del workshop Impact SpeakingTM di NSE è di fornire gli strumenti e le tecniche per essere credibili e convincenti, usando la comunicazione per influenzare il proprio referente.

Lavorando con professionisti di grande spessore, con capacità oratorie e skill di comunicazione giù avanzate, abbiamo imparato che il miglior modo per fare passi  avanti è una modalità molto vicino al “one-to-one approach”.

L’approccio che adottiamo nei nostri seminari di Impact SpeakingTM  è quindi, “coaching oriented”.
I partecipanti diventeranno consapevoli del punto di partenza e delle aree di miglioramento possibili.
La consapevolezza di dove ci si trova è una condizione essenziale: l’allenamento è personalizzato, e sarà incentrato su cosa in ciascuno può essere migliorato.

Influential conversation

All’interno delle organizzazioni sempre meno gerarchiche, per riuscire a raggiungere gli obiettivi sempre più ambiziosi, è importante riuscire ad avere la massima credibilità e influenza sui clienti, sui colleghi, verso i subordinati e i pari livello. In un mondo aziendale dove i team sono sempre più spesso interfunzionali e le strutture di potere “piatte”, la capacità di persuadere rappresenta un carattere cruciale per ottenere risultati. In questi tempi di grandi cambiamenti, poi, è indispensabile avere “tutti a bordo” velocemente per poter navigare insieme in nuovi mari.
Avere “influenza” sulle persone che si guidano è una competenza chiave della leadership creativa.
E’ possibile avere un effetto e ottenere un risultato momentaneo attraverso il controllo, il potere gerarchico, la pressione. L’influenza invece non si fonda su una posizione di autorità ed è in grado di provocare un cambiamento duraturo nell’altro.

Essere influente per noi significa:
• Aiutare gli altri a VEDERE quello che non vedono ancora
• Aiutare gli altri a FARE quello che attualmente non hanno fatto
• Aiutare gli altri a CREDERE in qualcosa che al momento non credono

La capacità di impattare sugli altri, l’abilità di farsi seguire, seppure in parte innata, si può allenare.

Obiettivo di questo workshop di una giornata è di fornire gli strumenti per allenare la propria capacità di farsi seguire, di provocare un cambiamento negli altri.

Partecipando al workshop i manager apprenderanno:
1. Come mappare i network di influenza e identificarne i punti chiave
2. Quattro approcci per stimolare il cambiamento negli altri
3. La chiave per accedere ad una “influential mindset”
4. I cinque maggiori principi di conversazioni persuasive e le strategie che li supportano
5. Una struttura per guidare le conversazioni
6. Il ruolo della simpatia nell’avere influenza e come fare per diventare più simpatici
7. Come pianificare una conversazione persuasiva

Destinatari del workshop possono essere:
• Tutti coloro che vogliono sviluppare la raffinata arte dell’influenza, a partire da una posizione di autorità o di pari grado
• I leader all’interno delle organizzazioni che sono interessati a diventare maggiormente persuasivi nelle interazioni quotidiane con il proprio team

Navigational Conversation

Navigational conversation No Stop Evolution

Questo workshop in due giornate è un vero e proprio percorso di sviluppo individuale e di team.
Nel perseguire l’obiettivo di acquisire le competenze strategiche del coaching per lo sviluppo e la gestione efficace dei collaboratori, infatti, i manager potenziano le loro capacità individuali e di squadra, allenando nel contempo comportamenti concreti che portano ad un cambiamento nel mindset.

Il bisogno di un cambiamento nasce oggi dal fatto che la maggior parte dei manager trascorre il proprio tempo a fare le cose in prima persona, rendendo difficile sviluppare una visione di ampio respiro.
Un altro buon motivo per cambiare è costituito dal potenziale nascosto e “compresso” di talenti in azienda, che faticano ad emergere.
Il programma rappresenta quindi un modo veloce semplice e pratico per aiutare i manager a fare uno shift da una mentalità “problem solving” ad un approccio propositivo e di crescita del collaboratore “coaching like”.
In una parola, i manager potranno allenare e liberare la loro naturale leadership creativa.

Partecipando al workshop i manager impareranno a:
1. Riconoscere i principi di una relazione manageriale che utilizza un approccio di coaching;

2. Identificare quando e dove utilizzare il coach approach;

3. Conoscere i 5 step del coaching model;

4. Sperimentare le Skill fondamentali del manager coach:
a. L’arte dell’ascoltare consapevole
b. L’arte di fare le domande
c. L’arte di dire
d. Come fornire un efficace feedback
e. Come misurare i propri avanzamenti nella gestione del 
coach approach

5. Accelerare risultati attraverso lo sviluppo delle persone;

6. Migliorare la comunicazione organizzativa e l’efficacia dei team;

7. Supportare l’impegno personale e professionale verso gli obiettivi aziendali;

8. Creare un piano di azione personale attraverso il quale i partecipanti potranno applicare le abilità apprese nel proprio ruolo.

Destinatari del workshop possono essere:
• Leader di vario livello (dall’executive alla prima linea) e in varie aree dell’industria
• Professionisti formatori e facilitatori, e HR people
• Team e project leader
• Chiunque sia interessato a rafforzare la propria abilità a sviluppare gli altri