Consumer Goods

Consumer Goods

June 3, 2014
|
0 comments
|
I beni di consumo si rinnovano continuamente, nascono sempre nuovi bisogni e nuovi prodotti. Il compito del marketing è generare un bisogno e/o la sua consapevolezza, quindi offrire una soluzione adeguata. Conoscere gli insight per poi fornire la risposta migliore in termini di prodotto o di servizio.

Tutte le aziende che si muovo in questo ambito vivono in un clima di creatività, che diventa il loro conventional thinking, legato più all’inventiva del singolo e alla sua ispirazione che ad un processo continuo e strutturato. NSE è intervenuta proprio con lo scopo di rendere la creatività accessibile a tutti, fornendo gli strumenti consoni per nutrirla e svilupparla. Così la richiesta quotidiana di fast innovation è supportata giornalmente dal gruppo con un modus operandi frutto di un processo strutturato; si assiste a un flusso creativo generato dal team, sostenuto dalla cultura dell’azienda innovata.

Un’altra sfida che abbiamo affrontato insieme ad una multinazionale, prevedeva un’extension line per dare forza al brand, generando una nuova vitalità. Il risultato dei diversi strumenti creativi e di ricerca che abbiamo messo in campo per visualizzare gli emotional benefit e gli insight del target , è stato quello di definire il posizionamento, il packaging design e i claims di un prodotto (già esistente nel portfolio globale ma con un diverso posizionamento) che non aveva trovato una giusta collocazione nel mercato in cui ci muovevamo e quindi era rimasto inespresso.

Abbiamo anche partecipato ad una grossa sfida: il passaggio di un’azienda e del suo brand al mercato internazionale. Abbiamo accompagnato i leaders di tutte le countries in un cammino che sosteneva i valori (italiani) e le caratteristiche del brand trasferendoli in un’ottica multinazionale e costruendo una nuova ways of working come summa delle nuove esigenze. Il leaders creativi sono diventati i riferimenti e le colonne portanti di questo processo di innovazione globale.